RISCHIO VULCANICO – Aggiornamenti ETNA 12 APRILE 2017: Comunicato N. 55 dell’Osservatorio Etneo (INGV)

ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA – OSSERVATORIO ETNEO

COMUNICATO ETNA – AGGIORNAMENTO N. 51

12 aprile 2017 ore 15:07 (13:07 UTC)

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che il sopralluogo condotto nel corso della giornata odierna in area sommitale da parte di personale INGV-OE, ha consentito di evidenziare che i fronti lavici attivi segnalati nel comunicato precedente (n. 50 del 11/04/2017) sono fermi e in raffreddamento cosi come complessivamente tutto il resto del campo lavico. Per quanto concerne il tremore vulcanico, l’ampiezza media si è mantenuta, seppur con deboli fluttuazioni , sul livello osservato ieri (V. comunicato n. 50 del 11/04/2017), con valori di poco superiori a quelli rilevati antecedentemente l’incremento del 10 aprile u.s.. La posizione della sorgente del tremore risulta localizzata nell’area del SEC/NSEC, nell’intervallo di profondità tra 2000 e 2500 m. sopra il livello del mare. Non si registrano variazioni significative del numero di eventi infrasonici registrati.

Ulteriori aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati